Rcc, Bdl e Bisogni nella ristrutturazione dei cinema romani del Gruppo Ferrero

Il Gruppo Ferrero, dell’imprenditore Massimo Ferrero, ha reso noto di aver risolto la vicenda giudiziaria che coinvolgeva i suoi cinema nella Capitale grazie all’intervento di un investitore internazionale che lo affiancherà economicamente. Attraverso un comunicato stampa rilanciato dall’Adn Kronos, il Gruppo Ferrero ha comunicato di «avere concluso un’operazione finalizzata all’acquisizione del credito di Romeo spv e doBank spa».

Lo studio legale Rcc ha agito per l’investitore con gli avvocati Guido MasiniNicola Caielli e Chiara Provvedi. Il Gruppo Ferrero è stato affiancato dallo studio Bdl con gli avvocati Antonio Romei e Deanna Richardson. Mentre lo studio legale Bisogni e Associati, nella persona del name partner Giovanni Battista Bisogni, ha assistito doBank Spa.

I profili finanziari, invece, sono stati curati dallo Studio Signori e nello specifico dal professor Saverio Signori.

L’operazione si inserisce nella prospettiva di un piano di ristrutturazione che interessa le sale del circuito romano del Gruppo, tra cui l’Adriano. «L’operazione – si legge sempre nella nota stampa – oltre a porre termine ad una annosa vicenda giudiziaria con doBank, consentirà al Gruppo Ferrero di riposizionare il circuito cinematografico in un settore di mercato caratterizzato da forte competizione».

Il Gruppo Ferrero, tramite il suo presidente Massimo Ferrero, ha reso noto di avere concluso con un «primario investitore internazionale» un’operazione finalizzata all’acquisizione del credito di Romeo spv e doBank spa. Tale operazione è stata conclusa nella prospettiva di un piano di ristrutturazione che interessa le sale del circuito romano, tra cui l’Adriano.